Coppa Davis – Al via a Madrid la nuova edizione

    Coppa Davis – Al via a Madrid la nuova edizione

    Al via domenica sui campi di cemento della Caja Mágica a Madrid la 108esima edizione della Coppa Davis, la prima con un format tutto nuovo che vede 18 nazioni divise in 6 gironi da 3 squadre ciascuno. Saranno due le sfide di singolare ed una quella di doppio; accederanno ai quarti le squadre vincitrici dei propri gironi, più le due migliori seconde. Anche i match non saranno più al meglio dei 5 set, ma dei 3. Diamo un’occhiata ai singoli gironi.

    Gruppo A – La Francia dieci volte campione e finalista nella passata edizione della Coppa Davis, sembra avere una marcia in più rispetto alla Serbia (una coppa conquistata nel 2010 con Novak Djokovic trascinatore dei suoi) e al Giappone che in finale ci è arrivato una sola volta nel 1921 quando si arrese agli Stati Uniti.

    Gruppo B – Si annuncia una lotta a due tra Spagna e Russia. Gli iberici (cinque coppe in bacheca sinora) favoriti per la coppa, mancano la finale dal 2012, anno in cui furono sconfitti dalla Repubblica Ceca; i russi vincitori nel 2002 e nel 2006 hanno disputato la loro ultima finale nel 2007 venendo battuti dagli USA a Portland. Terza incomoda del girone è la Croazia detentrice della coppa e a quota due come successi.

    Gruppo C – Saranno molto probabilmente Germania ed Argentina a contendersi il primo posto nel girone; i tedeschi inseguono la Coppa Davis dal lontano 1993, anno della vittoria sull’Australia, mentre gli argentini solo tre anni fa vincevano il loro primo trofeo battendo i croati nella finalissima disputata a Zagabria. Chance di successo minime per il Cile che nel 1976 giocò, perdendola, la sua unica finale contro l’Italia.

    Gruppo D – Non dovrebbe aver problemi l’Australia che conte 28 coppe in bacheca; gli Aussie mancano però in finale dal 2003, quando a Melbourne ebbero la meglio sulla Spagna. Attenzione però al Belgio che due anni fa si spinse fino alla finale persa con la Francia in quel di Lilla. Nello stesso girone c’è anche la Colombia giunta alla sua settima partecipazione e al ritorno dopo quattro anni di assenza.

    Gruppo EGran Bretagna favorita in un girone che vede la presenza di Kazakhistan e Olanda. Gli inglesi si sono aggiudicati per ben 10 volta la Coppa Davis, l’ultima nel 2015 grazie al 3-1 inflitto al Belgio a Gand. I kazaki sono invece alla loro ottava partecipazione, mentre gli olandesi per la seconda volta rientrano nel Gruppo Mondiale.

    Gruppo F – È forse il girone più equilibrato con Stati Uniti, Italia e Canada che partono quasi alla pari. Gli USA vincitori di 32 coppe (record assoluto) non arrivano in finale dal 2007, mentre gli Azzurri dopo lo storico successo con il Cile nel lontano 1976 mancano la finalissima dal 1998, anno della sconfitta con la Svezia; sesta partecipazione per i canadesi che tornano nel Gruppo Mondiale dopo tre anni.