Moto GP 2020, Marc Marquez è ancora il favorito

    Moto GP 2020, Marc Marquez è ancora il favorito

    Tutti a caccia del 93. Questo è il tema principale della stagione 2020 di Moto GP, la 19ª annata della classe regina vede un solo ed unico favorito. Marc Márquez va a caccia del quinto titolo consecutivo in Moto GP: traguardo che nessuno è mai riuscito a raggiungere, al momento infatti solo lui e Valentino Rossi (tra il 2002 e il 2005) ne hanno vinti quattro consecutivi. Il Catalano classe ’93, fresco di rinnovo quadriennale con la Honda, si è dimostrato pauroso nel corso dell’intero 2019: in 19 gare ha collezionato un ritiro nella terza gara e poi solo primi (12) e secondi (6) posti. Un rendimento che non lascia spazio agli avversari nella classifica generale. Dalla forma dimostrata nella seconda parte di stagione, il possibile avversario del Cabroncito puo’ essere l’astro nascente della Moto GP ovvero il francese del 1999, Fabio Quartararo. Con cinque podi nelle ultime nove gare e tre Pole position nelle cinque corse di fine anno, il compagno di squadra di Franco Morbidelli, se dovesse confermare la sua crescita esponenziale – e ad aggiungere un pizzico di affidabilità in più nella sua guida – potrebbe finalmente consegnare agli appassionati un duello avvincente per la conquista del titolo iridato. L’esperto Andrea Dovizioso sulla Ducati ed un Maverick Viñales che dovrebbe partire come pilota di punta del team ufficiale Yamaha sono gli altri due candidati principali, ma hanno dimostrato entrambi nel recente passato di aver difficoltà nel restare costanti. Il Dovi è salito sul podio in nove occasioni nel 2019 ma mentre la Honda Repsol di Márquez dominava su tutti i circuiti del Mondo, la sua Desmosedici spesso non dava quella facilità nella guida che costava al vincitore del Mondiale 2004 nella classe 125 dei punti preziosi. Capitolo Yamaha, presumibilmente non sarà più Valentino Rossi il corridore principale nella squadra di Lin Jarvis. Viñales, se dovesse ridurre il numero di ritiri, potrebbe rivelarsi una vera e propria mina vagante.

    Gli altri

    Per quanto riguarda la classifica generale, non si dovrebbe uscire da questi quattro. Ci aspettiamo però, come spesso accade in Moto GP, diversi vincitori di gare. Uno su tutti Danilo Petrucci, sul quale è sempre giusto puntare nei fine settimana piovosi. Discorso analogo per il britannico Cal Crutchlow che non ha trovato il successo nel 2019 ma vanta già tre acuti nella categoria. Infine, quando si parla di Moto GP è impossibile non citare Valentino Rossi. VR46 non vince dal 2017 ad Assen ma c’è la speranza che possa tornare laddove siamo tutti abituati a vederlo, ovvero sul gradino più alto del podio. Questo obiettivo è difficile da raggiungere ma il sogno di veder trionfare ancora una volta il più grande di questo sport è nel cuore di tutti gli appassionati.